Trasformare il cambiamento da slogan a realtà: #èPossibile anche in Campania.

#èPossibile

 

 

 

Noi vogliamo cambiare la Campania. E costruire il PD.

E pensiamo che per farlo non occorrano slogan ma idee nuove e concrete, e scelte di coraggio. Per questo abbiamo lanciato la nostra candidatura alla segreteria regionale del PD già il 25 Ottobre, oltre i tatticismi da vecchia politica e oltre le correnti, locali e nazionali. E per questo pensiamo che occorra dire parole chiare: il PD ha senso se è strumento per migliorare e cambiare la vita dei cittadini campani; ha senso se è uno strumento di tutti e non solo di qualcuno, per le sue private carriere personali; ha senso se trasforma la rabbia in speranza e manda la destra a casa, e non se ci governa assieme, sia in Campania che in Italia.

La nostra sfida è dare un luogo di impegno ai tanti che vogliono partecipare e vedere un cambiamento reale: delle facce, delle idee, dei metodi. Non vogliamo rappresentare, ma essere strumento attraverso il quale chi è indietro, chi subisce un’ingiustizia, chi non si rassegna al declino, chi ha ancora entusiasmo e voglia di fare,  possa rappresentare se stesso e la propria comunità. E non chiediamo voti, chiediamo idee, partecipazione, coraggio.

Perché lo stesso cambiamento messo in atto da Matteo Renzi, non ha senso se si ferma alle porte del mezzogiorno e della Campania, dove a decidere vogliono essere sempre gli stessi e sempre con gli stessi metodi. Gli stessi che in questi anni hanno fallito, che non hanno permesso la nascita del PD, che hanno deluso militanti ed elettori, che hanno pensato solo alle proprie candidature e non ai bisogni e i sogni dei cittadini.

Vogliamo che vadano a casa Stefano Caldoro e la destra di Angelino Alfano. Perchè hanno rovinato il paese, distrutto le nostre terre, tolto diritti e opportunità alle nostre vite. E vogliamo che a casa vadano anche quelli del PD che con loro hanno fatto inciuci, accordi sottobanco, papocchi trasversali.

Noi vogliamo costruire un PD diverso, che abbia una sua idea della Campania e una sua idea di come migliorare le vite dei cittadini, dei lavoratori, delle imprese.  Un PD che non si accontenti di essere ricattato a Roma dai vecchi sudditi di Berlusconi e in Campania dai vecchi amici di Nicola Cosentino. E vogliamo un PD che liberi energie, passioni, speranze. E vogliamo che chi sarà chiamato a guidarlo accettasse questa sfida a tempo pieno, non per occupare una casella di potere, ma per cambiare davvero le cose.

Ad esempio deputati, senatori e consiglieri regionali si candidino pure ad essere il prossimo segretario regionale del PD, ma si impegnino sin da oggi a dimettersi dalla loro carica istituzionale un minuto dopo la propria eventuale elezione: non ci servono “galleggiatori” che occupano uno spazio di potere solo per riassicurarsi l’elezione e muovere qualche filo, ci servono uomini e donne che servano la nostra regione, la nostre idee, la nostra speranza. E che lo facciano a tempo pieno.

La sfida per la prossima segreteria regionale del PD è tutta qui.

#èPossibile

Questa voce è stata pubblicata in Il partito e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Una risposta a Trasformare il cambiamento da slogan a realtà: #èPossibile anche in Campania.

  1. Wow, good Trasformare il cambiamento da slogan a realtà: #èPossibile anche in Campania. | Il Blog di Michele Grimaldi. Thanks keep it up.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *