Tra ratti, blatte e zanzare: provvedimenti urgenti per evitare una estate ancora più calda ai cittadini scafatesi.

RattoAbbiamo scritto alla Direzione Generale ASL Salerno e al Sindaco di Scafati per chiedere che  vengano predisposte con urgenza misure di derattizzazione e disinfestazione del territorio della nostra Città.

Ci troviamo dinanzi a quella che potrebbe configurarsi come una vera e propria emergenza ambientale.

 

 

Di seguito il testo integrale della nostra missiva:

WP_20160531_002

Il repentino ma prevedibile innalzamento delle temperature climatiche ha determinato la necessità di provvedere ad una urgente disinfestazione, disinfezione e derattizzazione, soprattutto in presenza dei numerosi corsi d’acqua – spesso stagnanti – che attraversano il nostro territorio. La combinazione di umido e caldo che spesso caratterizza molte zone e molti quartieri della nostra Città, costituisce infatti condizione ottimale per lo sviluppo di microorganismi e la proliferazione di insetti nocivi; senza contare che nel centro urbano, nelle zone limitrofe al fiume Sarno ed ai suoi canali, e nei pressi delle aree interessate dal ciclo dei rifiuti, è stata rilevata e segnalata da numerosi cittadini la presenza sempre più costante ed invasiva di ratti.

Già da diverse settimane è tangibile da parte di tutti i cittadini l’insalubre ed indecorosa presenza di insetti e ratti che, sempre più cospicui, in molti casi infestano oltre che la pubblica strada anche le private abitazioni. In particolar modo vengono segnalate e rilevate, nei pressi di tombini e dei numerosi cumuli di residui edilizi allocati presso strutture ed opere incompiute, presenze allarmanti di blatte, il cui proliferare costituisce un rischio biologico molto alto, visto che tra gli insetti infestanti conosciuti si caratterizzano per essere il più sporco (e di conseguenza il meno igienico) e quello con il più alto rischio di trasmissione di malattie. Ci troviamo dinanzi a quella che – unita ai miasmi del fiume Sarno, allo stoccaggio dei fanghi presso via Pasquale Vitiello e alla oscura vicenda della discarica sita nei pressi dell’area P.I.P. di via Cappelle – potrebbe costituire non solo un insopportabile fastidio per molti nostri concittadini, ma una vera e propria emergenza ambientale per tutta la nostra comunità.

Per questo si chiede alle S.V., alla Direzione Generale della ASL Salerno e al Sindaco in qualità di prima autorità sanitaria cittadina, entrambi competente in materia di tutela della salute pubblica e della salubrità dell’ambiente, di intervenire celermente.  E nelle more di una soluzione strutturale al problema – afferente le criticità dei canali del fiume Sarno, del sito di stoccaggio dei fanghi, della discarica sopracitata e della definitiva realizzazione del sistema di rete fognaria – di provvedere ad una urgente e non più procrastinabile disinfestazione e derattizzazione del territorio della nostra Città, in particolar modo delle aree più esposte a tali rischi.

Il consigliere comunale

Michele Grimaldi

Questa voce è stata pubblicata in Interpellanze e interrogazioni, La città, Le proposte e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *