Questione “HELIOS”: non è più tempo di rinviare i problemi, è tempo di affrontarli.

Sul sito di stoccaggio “Helios” è tempo di smetterla con le chiacchiere e la propaganda elettorale. Ed ognuno – cittadini, movimenti politici, amministratori – deve scegliere da che parte stare. Da anni i residenti del quartiere Cappelle ed i comitati denunciano quotidianamente i gravi pericoli che quel sito comporta per la salute pubblica e per l’ambiente circostante. Denunce che più volte hanno trovato riscontro nelle indagini e nelle decisioni dell’ARPAC, dei NOE, della Procura della Repubblica competente.

Per questo è ora di agire. Per questo – assieme ai consiglieri Russo, Ambrunzo e Carotenuto – abbiamo presentato una mozione che verrà discussa nel prossimo Consiglio comunale utile. Per chiedere due cose, chiare. E cioè che il Sindaco e la Giunta:

♦ emanino una ordinanza contingibile e urgente con la quale si sospendano le attività del sito di stoccaggio “Helios” sino a quando le autorità preposte – dalla ASL all’ARPAC – non diano adeguate garanzie in forma scritta sulla salvaguardia dell’ambiente e della salute dei cittadini;

♦ convochino una conferenza dei servizi con tutti i soggetti istituzionali, privati e civici interessati, al fine di avviare in maniera celere e concreta il processo di delocalizzazione del sito di stoccaggio in questione.

Non è più tempo di rinviare i problemi, è tempo di affrontarli.

Di seguito, il testo integrale della mozione:

Questa voce è stata pubblicata in Interpellanze e interrogazioni, La città e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *