Luigi Di Maio, costruttore di soffitte all’incontrario

Ha generato molta ironia – e ci mancherebbe altro – l’affermazione di Luigi Di Maio secondo la quale il MoVimento 5 Stelle si rifarebbe ai valori di Berlinguer, di Almirante e della Dc. Ma oltre la prima reazione stupita e divertita, per quella che un tempo si sarebbe definita confusione ideologica, penso ci debba essere dell’altro: perché il candidato premier in pectore dei grillini è un politico esperto e navigato, e come tale, non parla mai a caso.
Ed infatti, il messaggio di Di Maio ha un significato profondo, che segna anche il tentativo di superare una contraddizione insita in un movimento nato con forti spinte anti-istituzionali ed oggi a pieno titolo impegnato in organismi elettivi a più livelli: il Movimento, non è più contro la politica, ma contro questa politica, e costruisce questa posizione oppositiva tramite lo scudo giustificativo di icone del passato.
E fa di più: “netraulizza” la figura, la portata storica, il contenuto, di figure quali Berlinguer e Almirante. Trasfigurandole in feticci, in simboli post-ideologici di tempi passati, che in quanto tali, vengono comunque raccontati come migliori. Personalità fortemente identitarie e divisive vengono così spogliate della propria identità, ed usate come un puro elemento propagandistico di nostalgia che, si sa, è da sempre la migliore arma al servizio dei reazionari.
Ci troviamo dunque, dinanzi ad una sorta di costruttore di soffitte al contrario, per citare Gramsci.
E così, mentre la sinistra e la destra sono impegnate spesso a rinnegare le proprie radici, i 5 Stelle le estirpano, e le espongono come strumento per riannodare il filo con pezzi di elettorato sempre più ampio.
E’ una operazione puramente politica, di egemonia si sarebbe detto un tempo. Alla quale occorrerebbe rispondere con fermezza e lucidità,

Questa voce è stata pubblicata in Uncategorized e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *