L’irresistibile saggezza dei nostri padri costituenti.

Mattarella - Agenzia di comunicazione WHIPHo ascoltato con molta attenzione il discorso del Presidente della Repubblica. Un discorso ampio, concreto, a tratti toccante.
Ci sono momenti nei quali anche le parole possono farsi simbolo di speranza, perchè squarciano il velo di oblio, omertà, indifferenza.
E ci chiamano, e richiamano, tutti, a scegliere in cosa credere e da che parte stare. Un discorso partigiano, nel senso più nobile del termine, un discorso dalla parte della Costituzione, dei suoi valori, del dovere di provare ad applicarli e renderli vivi, farli realtà, trasformarli in progresso, uguaglianza, solidarietà.

Per chi volesse leggere il discorso integrale può trovarlo qui .

P.S.: Ascoltando il Presidente Mattarella non ho potuto fare a meno di pensare alla saggezza e alla lungimiranza dei nostri padri costituenti, Loro, così divisi dalla guerra e dalle ideologie, scelsero nel nome del comune principio antifascista di sottrarre la nomina della più alta carica dello Stato dall’agone della contesa politica, affidandola al voto segreto e libero dei parlamentari della Repubblica.
Una scelta che si rivela ancora oggi, ancora una volta, il meccanismo più efficace per eleggere un PdR che sia una personalità di alto spessore, libera dagli elementi divisi che il consenso popolare impone, garanzia di tutti e per tutti, simbolo e rappresentante di tutti i cittadini.
In un’epoca storica nella quale tutto si misura, e su nulla si ragiona, quella lezione e quella scelta di oltre sessant’anni fa si dimostra di straordinaria attualità.

Questa voce è stata pubblicata in La società, Le storie e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *